|  |  |  |  |  |  | 

 
Chi siamo Liturgia Pubblicazioni Notizie Area Riservata



Il Portale F.A.C.I.

Rivista L'Amico del Clero
Don Alberto Giardina Direttore dell’Ufficio Liturgico Nazionale

Al nuovo direttore l’augurio di un fruttuoso lavoro di promozione della Liturgia al servizio della Chiesa che è in Italia.

1 Giugno 2022

Dal primo giugno don Alberto Giardina è il nuovo direttore dell’Ufficio Liturgico Nazionale. È stato nominato dal Consiglio Episcopale Permanente nella sessione del 24-26 gennaio 2022.

Al nuovo direttore l’augurio di un fruttuoso lavoro di promozione della Liturgia al servizio della Chiesa che è in Italia. Un grazie di cuore anche a Don Mario Castellano che con competenza ha guidato l’ufficio liturgico in questi anni.

Don Alberto Giardina (1978) è presbitero della Diocesi di Trapani.

Ha conseguito il baccellierato in Teologia e la licenza in Ecclesiologia presso la Pontificia Facoltà Teologica di Sicilia San Giovanni evangelista di Palermo, per poi proseguire la formazione teologica presso la Pontificia Università della Santa Croce di Roma dove ha ottenuto la licenza e il dottorato in Teologia liturgica. Ha conseguito un master in archivistica e biblioteconomia presso l’Università degli studi di Bologna.

Nella Curia Vescovile della Diocesi di Trapani attualmente ricopre gli uffici di cancelliere vescovile, direttore dell’Ufficio Liturgico, presidente dell’IDSC. Inoltre, è membro del Consiglio presbiterale diocesano, del Collegio dei consultori, del Consiglio diocesano per gli affari economici e della Commissione diocesana d’arte sacra ed edilizia di culto. Precedentemente è stato direttore dell’Archivio, responsabile del catecumenato degli adulti e vice cancelliere.

È parroco moderatore delle parrocchie Sacro Cuore di Gesù e Maria Santissima Ausiliatrice in Trapani.

È docente invitato di Teologia Sacramentaria presso la Pontificia Facoltà Teologica di Sicilia.

Nella collana sussidi liturgico-pastorali del CLV-Edizioni Liturgiche ha pubblicato un volume sullo spazio liturgico. È autore di alcuni articoli scientifici a carattere liturgico.

È membro dell’Associazione professori e cultori di liturgia.