|  |  |  |  |  |  |  | 

 
Chi siamo Attività Liturgia Pubblicazioni Notizie Area Riservata



Il Portale F.A.C.I.

Rivista L'Amico del Clero
Otto per mille dell’Irpef a diretta gestione statale: ripartizione della quota per l’anno 2015

28 Aprile 2016

 

Le risorse a disposizione per l’anno 2015 per l’assegnazione del contributo alle categorie individuate dal decreto del Presidente della Repubblica 10 marzo 1998, n.76, risultano insufficienti per il finanziamento dei progetti presentati. Pertanto, al fine di poter soddisfare in modo più significativo le richieste di contributo, la quota dell’otto per mille IRPEF a gestione statale relativa all’anno 2015 andrà ad incrementare le risorse per la ripartizione dell’annualità 2016.

A tal proposito si comunica che tutte le istanze presentate per l’anno 2015 sono considerate valide per l’annualità 2016.

Coloro che hanno inoltrato istanza nell’anno 2015 ed hanno ricevuto il preavviso di rigetto ai sensi della legge 7 agosto 1990, n.241, per carenza dei requisiti soggettivi e oggettivi previsti dall’indicato decreto del Presidente della Repubblica 10 marzo 1998, n. 76, ove permanga l’interesse ad accedere al contributo per l’annualità 2016, possono presentare integrazione alla domanda con la documentazione aggiornata.

I soggetti diversi dalle pubbliche amministrazioni e dagli enti pubblici, che devono attestare il possesso dei requisiti previsti dall’articolo 3 del decreto del Presidente della Repubblica 10 marzo 1998, n. 76, nel caso in cui sia intervenuta una variazione degli stessi, dovranno ripresentare le autocertificazioni di cui ai moduli 1 e 2 dell’allegato A del decreto del Presidente della Repubblica 10 marzo 1998, n. 76. Rimangono fermi i controlli previsti dalla legge sulla veridicità delle dichiarazioni effettuate.

La eventuale documentazione integrativa dovrà essere presentata entro il 30 settembre 2016, termine di scadenza annuale stabilito dall’articolo 6, comma 2, del decreto del Presidente della Repubblica 10 marzo 1998, n.76. Sono confermati i termini e le modalità per la presentazione delle nuove istanze per l’annualità 2016.